AUSTRALIA

DOCUMENTI E FORMALITA’ DOGANALI:

Per l’ingresso nel paese sono necessari: il passaporto in corso di validità (si consiglia comunque una validità residua di 6 mesi) e il Visto Consolare Turistico (validità massima 3 mesi), quest’ultimo può essere ottenuto gratuitamente attraverso l’Ambasciata Australiana a Roma o elettronicamente al momento della prenotazione. Nel caso di estensione nelle Isole del Pacifico con rientro previsto via Stati Uniti, è necessario che il proprio passaporto abbia i requisiti richiesti dalle autorità statunitensi

FUSO ORARIO

Rispetto all’Italia esistono 3 fusi orari: + 7 ore nella costa ovest (Perth e Boome); + 8,30 ore nella zona centrale (Ayers Rock, Alice Springs, Darwin); + 9 ore nella East Coast (Cairns, Brisbane, Sydney e Melbourne).
Durante l’ora legale italiana la differenza diminuisce di 1 ora. Tali differenze aumentano di 1 ora nei soli territori del Queensland, Territori del Nord, Nuovo Galles, Victoria e Tasmania.

CLIMA

Il paese si trova nell’emisfero australe, le stagioni sono quindi invertite rispetto alle nostre.
Da Novembre a Marzo è estate: l’estate australiana è molto calda, più umida al nord con precipitazioni a carattere tropicale; secca nel centro; meno intensa nel sud. Da Aprile ad Ottobre (autunno-inverno primavera) il clima è ideale per un viaggio che tocchi il nord e la zona centrale del paese dove le temperature diurne sono gradevoli. Nel deserto le notti sono fresche e/o fredde. Il clima nel territorio del sud Australia è invece più simile al nostro inverno.
Attenzione vi ricordiamo che durante il periodo Ottobre/ Aprile nella parte nord del WesternAustralia, nel Northern Territory e nel Queensland è WET SEASON; tutto il territorio è interessato da copiose precipitazioni.

MONETA LOCALE

La valuta è il dollaro australiano (AUD) equivalente a € 0,78 ca. Tutte le carte di credito internazionali sono accettate così come i traveler’s chèques. Nelle banche e nei principali hotel si può cambiare anche la moneta estera.

CORRENTE ELETTRICA

La corrente elettrica è di 240/250 Volt.
Negli hotel si possono trovare prese universali a 240 V e 110 V. Le prese sono tripolari (a 3 punte), è meglio munirsi di adattatori prima della partenza. Per necessità se ne possono trovare in commercio in tutte le città più importanti e/o aeroporti australiani.

ALBERGHI

Nelle zone remote come Darwin, Kakadu, Katherine e molte altre, non rispecchiano sempre la qualità degli alberghi della stessa categorie di altre città. Le prime colazioni in Australia non sono incluse è possibile prenotarle prima della partenza, si tratta di un “full buffet breakfast” che raccomandiamo soltanto a chi ama fare la colazione veramente molto ricca.
È interessante sapere che in Australia in tutte le camere da letto vengono forniti la macchina per il te e caffè, l’asse ed il ferro da stiro. Molti sono anche gli alberghi che hanno la possibilità di poter effettuare il proprio bucato, riducendo così la necessità di portare bagaglio in eccesso.

VIAGGIO ALL’ESTERO DI MINORI

La normativa sui viaggi all’estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali.
Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia, presso la propria questura; per i figli minori di genitori che viaggiano separatamente o separati legalmente o divorziati, si consiglia di contattare le autorità competenti per la verifica della documentazione specifica richiesta.
Dal 26.06.2012 tutti i minori potranno viaggiare in Europa e all’estero soltanto con un documento di viaggio individuale. Ne consegue che da quella data non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

“JELLY FISH”

Durante l’estate australe (novembre-maggio), lungo la costa del Queensland si può riscontrare la presenza di meduse marine (stingers), alcune delle quali, le famose “Jelly Fish”, sono estremamente velenose. Vi raccomandiamo di seguire le indicazioni che vi verranno date in loco dai bagnini o riportate nei cartelli sulle spiagge; in alcuni casi la balneazione potrebbe anche essere vietata.
Queste meduse, si dice non sappiano nuotare, quindi si trovano vicino alla costa, ma non lungo la Barriera Corallina e nei dintorni delle isole.